Il manuale di fatturazione elettronica non non dice nulla degli step successivi all’invio delle fatture emesse ed alla ricezione di quelle ricevute in quanto questo passaggi possono essere identici (o molto simili) alle procedure di sempre.

Per quello che riguarda le fatture ricevute dovrete procurarvi il documento ‘leggibile’, a questo scopo c’è la STAMPA BROGLIACCIO dalla consolle

Con queste informazioni la registriamo in PRIMA NOTA come al solito, con l’accortezza di indicare correttamente il NUMERO ESTESO della fattura ricevuta e di registrare la FATTURA RICEVUTA in data uguale o successiva alla DATA DI CONSEGNA DESTINATARIO da parte dello SDI (questa data la vedete anche stampata sul BROGLIACCIO come evidenziato in figura, esempio 9/1/2019)

 

Con gli aggiornamenti del 13/02/2019 il campo NUMERO ESTESO è stato posizionato in modo più comodo da aprire

 

Fatta questa registrazione, se il NUMERO ESTESO dei documenti ricevuti è scritto correttamente, vedrete la spunta di PRESENTE IN PRIMA NOTA e sarà eseguito un aggancio fra la FATTURAZIONE ELETTRONICA e la relativa scrittura in prima nota, rendendone possibile l’apertura immediata.

In futuro, con il modulo FATTURAZIONE PLUS sarà possibile registrare le fatture ricevute in modo pilotato dalla consolle fatture elettroniche o dalla prima nota.


Le fatture emesse potranno essere CONTABILIZZATE come al solito, quando fare questa operazione dipende da Voi, in linea teorica le fatture si considerano EMESSE solo dopo la ACCETTAZIONE dallo SDI (status di ACCETTATO), per questo motivo nella scelta di CONTABILIZZAZIONE è stata aggiunta una spunta per trattare SOLO LE FATTURE ELETTRONICHE CONSEGNATE, Utilizzando questa spunta, in fase di contabilizzazione, vengono scartati dalla contabilizzazione i documenti che hanno associata una fattura elettronica con status “Da generare file”, “Generato file” o “File inviato”.

Le fatture emesse dovrebbero essere registrate solo al momento in cui sono consegnate o in stato di mancata consegna ed impostando questo flag ottenete quanto previsto, ma ciò influisce sui tempi di emissione RIBA e sui processi aziendali interni legati agli incassi.

Valutate quindi in autonomia se rispettare questi tempi o se anticipare la contabilizzazione ed eventualmente fare gli annullamenti e correzioni nel caso di scarti da parte dello SDI.

 

Nella CONSOLLE DI FATTURAZIONE ELETTRONICA la spunta di PRESENTE IN PRIMA NOTA viene impostato cercando se in prima nota esiste una fattura dello stesso tipo intestata allo stesso CONTO con STESSA DATA  e IDENTICO NUMERO ESTESO.

 

Nella maschera di contabilizzazione vi segnaliamo è che c’è anche la possibilità di specificare una DATA DI COMPETENZA IVA diversa dalla data documento, mettendo la spunta ed indicandola nel campo specifico.
Questo offre la la possibilità di farla cadere l’IVA delle fatture emesse sul periodo che riterrete opportuno in modo indipendente dalla data del documento e/o di contabilizzazione utilizzate.